Home page > News Tutela dei diritti > "Approvato il decreto di riforma dell'ISEE"

"Approvato il decreto di riforma dell'ISEE"

Approvato il decreto di riforma dell'ISEE

Il Consiglio dei Ministri, nel corso della seduta del 2 dicembre 2013, ha approvato il decreto (firmato dal Presidente del Consiglio – DPCM) di riforma dell’ISEE(indicatore della situazione economica equivalente). 
Il nuovo ISEE non entrerà subito in vigore; anzi, il percorso applicativo delle nuove disposizioni non sarà del tutto semplice:

  • innanzitutto occorre attendere la pubblicazione del decreto nella Gazzetta Ufficiale (ad oggi, 20 dicembre, non ancora avvenuta);
  • successivamente alla pubblicazione, ed entro 90 giorni da tale data, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali (d’intesa con Ministero dell’economia e delle finanze, su proposta dell’INPS e sentiti l’Agenzia delle Entrate eil Garante per la protezione dei dati sensibili) dovrà emanare un decreto per introdurre il nuovo modello di autodichiarazione (DSU) che i cittadini dovranno utilizzare per presentare la domanda di accesso alle prestazioni sociali agevolate;
  • successivamente a tale decreto, e trascorsi altri 30 giorni, le prestazioni sociali agevolate richieste dopo tale termine saranno erogate sulla base delle nuove autodichiarazioni, compilate secondo le nuove disposizioni;
  • sempre dopo tale termine, gli enti erogatori delle prestazioni (per le prestazioni sociali agevolate si tratta dei Comuni) dovranno disciplinare le erogazioni secondo le nuove disposizioni, entro il termine massimo di 12 mesi.

Da tutto ciò si può quindi ben capire come i prossimi mesi saranno non solo importanti per milioni di cittadini, ma delicati e decisivi, per verificare che le nuove disposizioni siano correttamente applicate da parte dei Comuni. 

Su questi temi ANFFAS Brescia Onlus manterrà, tramite le proprie newsletter, una costante informazione sui contenuti del nuovo decreto, e sulle iniziative che saranno condotte a livello ministeriale, regionale e territoriale.

Leggi la nota di approfondimento di Anffas Onlus.

Allegati

Motore di ricerca