Home page > News Tutela dei diritti > "Lettera all'ASL di Brescia... seconda puntata"

"Lettera all'ASL di Brescia... seconda puntata"

Lettera agli uffici di piano dell'ASL di Brescia... seconda puntata

Sono passati quasi due mesi dalla lettera con cui l’Associazione trasmise agli Uffici di Piano della ASL di Brescia (sono 12, coincidono con gli Ambiti Territoriali dei Piani di Zona e comprendono tutti i Comuni della Provincia di Brescia tranne quelli della V.Camonica) una copia del Quaderno di ANFFAS Lombardia dedicato al tema del pagamento delle rette dei servizi.

Sono passati quasi due mesi dalla lettera con cui l’Associazione trasmise agli Uffici di Piano della ASL di Brescia (sono 12, coincidono con gli Ambiti Territoriali dei Piani di Zona e comprendono tutti i Comuni della Provincia di Brescia tranne quelli della V.Camonica) una copia del Quaderno di ANFFAS Lombardia dedicato al tema del pagamento delle rette dei servizi. 

Una copia omaggio, si intende, ma anche la richiesta di potersi incontrare e discutere del compito che la Regione ha assegnato a ciascun Piano di Zona di redigere, entro il 2011, il regolamento per l’accesso ai servizi. Obiettivo del compito fissato dalla Regione, e ben accolto dalle Associazioni: avere identiche regole per i cittadini e le famiglie di un medesimo Ambito Territoriale, in modo da attenuare le ingiustificate differenze oggi esistenti.

Bene. Risposte? NESSUNA!

Nei prossimi giorni quindi l’Associazione tornerà a chiedere a ciascun Ufficio di Piano/Ambito di volere almeno rispondere. Questa volta non invieremo più una copia omaggio del Quaderno, ma le ultime 5 sentenze emesse dal TAR della Lombardia (sede di Milano) che hanno imposto ai Comuni di Varese, Pavia Castiglione Olona (Va), Cinisello Balsamo (Mi), Comuni della Comunità Montana Valtellina di Tirano di rivedere i propri regolamenti.

Motore di ricerca